Stazione Centrale Milano

Campagna Francese

Tetti

L’originalità artistica di Ezio Pesarin

Un artista a tutto tondo, nasce a Sesto San Giovanni e abita a Cernusco Lombardone in Via Vitale Sala 21 un artista che , oltre il disegno e la pittura, ama in modo particolare, e non solo istintivo e passionale ma anche razionale e fortemente competente, la fotografia e la musica, con particolare riferimento riguardo a quest’ultima, alla musica classica ed al jazz.
Per tornare all’aspetto principale della sua personalità umana e culturale e della sua biografia artistica, dopo aver frequentato la Scuola d’Arte “Federico Faruffini” di Sesto San Giovanni, diretta dal maestro G. Fumagalli, proprietario della Galleria delle Ore di Milano, soprattutto per quanto riguarda le tecniche a  olio e a pastello, poi la nota Scuola “Paolo Borsa” di Monza per incisione su zinco e infine l’Accademia “Cimabue” di Milano, in particolare, in quest’ultima circostanza, per quanto concerne il nudo, il nostro artista ha iniziato una lunga e quanto mai soddisfacente serie di collaborazioni con gruppi e associazioni artistico-culturali, con archivi e con svariate biblioteche del. Territorio e, inoltre, un altrettanto lunga serie di mostre, tanto personali quanto collettive, con gallerie d’arte, centri artistici, circoli, cooperative e aziende di soggiorno di tutta Italia e anche oltre.
Vogliamo segnalare questo proposito, solo per fare qualche esempio significativo, alcune realtà artistiche riguardanti l’attività artistica di Pesarin, che spaziano da Milano a Venezia, da Como a Forlì, da Sesto San Giovanni a Sirmione, da Rho a Sabbioncello, con un ampio e interessante corollario di articoli e di critiche apparse su cataloghi e su giornali specializzati da parte di esponenti di primo piano del settore, come, solo per accennare ai più qualificati e significativi esempi, Mario Monteverdi, Ferdinando Castro, Laura Facchinelli, Antonio Oberti, Giulio Gasparotti, Mario Ferrario e tanti altri.
Ezio Pesarin è un pittore di notevole impatto emozionale, sia che ritragga paesaggi di grande popolarità a livello internazionale, come ad esempio le sue splendide vedute di “Venezia”, sia che immortali situazioni particolari di evoluzione e degrado della sua terra di adozione, la Brianza, come per esempio i due possenti e contorti tronchi dell’intesa e incantevole opera “Radici al Salto degli sposi”, legata a suggestive e antiche leggende locali, sia che riprenda, con più impegnativi e spesso anche un po’ criptici significati, i tetti di Milano o di altre più anonime città italiane, oppure, ancora, surreali visioni, come l’olio su tela del lontano 1974 dal titolo “Campagna francese”, uno sguardo sulla viva e colorata natura transalpina attraverso una finestra semiaperta.
Non meno accattivanti i singolari paesaggi con greggi di pecore, le istantanee raffigurazioni degli avventori di antiche osterie, gli splendidi nudi a pastello, le nature morte e le composizioni floreali, le incisioni, i disegni, i dipinti miniaturizzati, piccoli e autentici gioielli artistici, il tutto realizzato con forte e originale personalità.
Ezio Pesarin, un coinvolgente artista di spessore dalle grandi potenzialità.

Missaglia 16 Ottobre 2008

Prof. Silvano Valentini
Critico d’arte

Papaveri al Parco Nord

Contadini nel campo

Venezia 60x50

 

El furlan matt

Finestra

Musicista

Radici al 'salto degli sposi